Pescacolsughero

Tutte le pesche con il galleggiante


Non sei connesso Connettiti o registrati

bolognese e monofilo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 bolognese e monofilo il Gio Nov 11, 2010 2:24 pm

bavosa

avatar
Moderatore
Moderatore
nella pesca a bolognese, una parte molto importante anzi direi fondamentale la fa senza dubbio il mulinello ma sopratutto il filo che ne viene caricato su di esso!!!!
le bolognesi sono canne che vanno di lunghezza dai 5 hai 9 metri,ma in casi particolari si possono montare delle fisse di lunghezza di 10 11 12 metri a bolognese ,per pesche molto specifiche e comunque rare!!!!
il mulinello adatto per questa tecnica deve essere adeguato di grandezza e deve bilanciare in modo ottimale la nostra canna!!
le taglie vanno da un 1000 al 2500 , ma anche qui a seconda delle prede della distanza da raggiungere e dalla dimensione del filo che imbobbineremo potremmo salire anche a taglie 3000!!!1
io specie sulle bolo li preferisco a frizione posteriore ma solo per comodita personale e quindi a gusto soggettivo di ogni pescatore, con la consapevolezza che specie in mare sarebbe piu opportuno un mulo a frizione anteriore che ci aiuta nella manutenzione!!!
frizione posteriore:

frizione anteriore:


IL MONOFILO:
il filo da imbobbinare è un accessorio primario nella pesca, esso deve essere di buona qualita, deve rispecchiare delle caratteristiche base:
-deve avere meno memoria possibbile
-e deve essere resistente alla salsedine specie nella pesca in mare.
è molto importante non eseguire nodi sugli ami con questo tipologia di filo poiche possiede una tenuta al nodo molto inferiore ad un filo da terminali.
in commercio ci son molti fili di tutte le qualite e di tutti i costi, personalemnte ho provato molte tipologie, e devo dire che a volte ho speso veramente tanto , oggi ne uso solo uno che si trova a prezzi ottimi ed è davvero una bomba , a mio modo di vedere risulta essere il migliore!!!!
il tuberitini gorilla di colore scuro!(quindi non fatevi abbindolare da marche che offrono fili a prezzi esorbitanti)


CHE FILO CARICARE:?
allora questa è una domanda che quando ho iniziato io mi son fatto mille volte e oggi in base alle mie esigenze carico i mulinelli
a partire dallo 0,12-0,14-0,16 da un po di tempo ove svolgo una pesca un po piu gravosa utilizzo in una bobbina uno 0,18......
il filo imbobbinato il suo metraggio è importante in relazione hai terminali che andremo ad utilizzare ,al luogo di pesca ,ai pinnuti che intendiamo insidiare, ma non da sottovalutare anche al esca che utilizzeremo.....
è importante dire, che se io ho in bobbina un monofilo del 14 è bene che il terminale non sia piu piccolo di due misure rispetto al madre per evitare di perdere l elasticita che ne dovrebbe derivare dal estensione dei due fili sotto trazione!
ad esempio...
MADRE TERMINALE
0,12 0,10
0,14 0,12
0,16 0,14
scendere con terminali piu al disotto di queste misure , non è impossibbile, ma piu frequentemente avremmo rotture specie se ancora non siamo molto pratici!!!
inoltre è da tener conto anche agli ami che legheremo al terminale rispetto alla misura di esso, vale lo stesso discorso di sopra ma anche qui non è detto che ci debba attenere scrupolosamente..
TERMINALE AMO
0,10 20 22
0,12 16 18
0,14 10 14
questo per far si che le spire del nodo aderiscano nel migliore dei modi al gambo del amo......

il filo abbiamo detto che va imbpobbinato a seconda delle nostre esigenze di spot , pinnuti, ed esca!!!!vediamo qualche situazione!
dobbiamo pescare saraghi in scogliera con molte tane sotto di noi !
allora dovremmo bloccare il pinnuto sulle sue continue foghe verso le tane per eviater di perderlo, per cui di sicuro non andremmo con un terminale del 10 ma andremo ben corazzati con un 16 e perche no con un bel 18......

spigole in foce con pochi ostacoli!
monteremo un filo in bobbina del 14 o 16 e relativo terminale in quanto la spigola non è un gran combattente , e sopratutto difficilmente punta le tane!

spigole in foce con filetto di sarda..
qui non abbiamo bisogno della morbidezza del filo in quanto la sarda è un esca voluminosa e avremo bisognodi montare un amo abbastanza grande...per cui un bel 18 sara l opzione migliore....

inoltre quando comprimao il mulinello assicuriamoci di avere almeno due bobbine se non 3 questi ci aiutera ad afrontare molte piu situazioni di pesca rispetto ad avere una sola bobbina!!!

il filo in bobbina è molto delicato per cui specienella preparazione della lenza dovremmo far attenzione a non stringere troppo i pallini per due motivi:
-intaccherebbero il filo
-e molto spesso abbiamo bisogno di cambiare la geometria del apparato pescante spostando i piombini aprendoli o chiudendoli...
per facilitare questa operazione si puo cospargere della cera lungo il tratto di filo interessato per chi è estremamente preciso
io non lo sono per cui nonlo faccio Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy

inoltre per la pesca a bolognese non ritengo utili le girelle anzi le trovo deleterie,
-usandole si perde molto della naturaalezza
-si riduce l elasticita dei due fili madre.terminale
per cui consiglio di unire i due fili asola asola.......
spero che sia utile a qualcuno , e se qualcuno volesse aggiungere del suo sarebbe molto gradito da parte anche di chi pesca in aqcue interen!!!!!!

PS QUESTE SON SOLO LE BASI E MOLTE PERSONALI , PER CUI NON è NULLA DA PRENDERE ALLA LETTERE , MA SOLO UNO SPUNTO PER INIZIARE QUESTA SPLENDIDA TECNICA.....

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum